Vai al contenuto
Vai al primo menu di navigazione (Video, corso,etc. )
Vai al secondo menu di navigazione (Cerca,Concorso, etc.)

Posta elettronica

Sono le 17:00

Scopriamo Valerio vestito in jeans e camicia che seduto nel laboratorio di informatica di scuola, il liceo Mamiani, cancella lo spam dalla sua posta.

Accanto a lui ci sono altre postazioni con ragazzi che controllano le loro mail. Tra i messaggi di spam c’è uno per lui scritto da un amico, è un power point umoristico.

Valerio ride e risponde al suo amico

VALERIO: Sei un grande!!!
Sei proprio un genio!!!
Grandeeee!!!

Ha un’altra mail nuova con oggetto:

Email
Valerio, ecco perché non ti sopporto
 

VALERIO:Vabbe'!
Barbara...
Barbara93
Cosa vuole? E' proprio la peggio!

Ci pensa un pochino ad aprirla perché il mittente è

ancora lei...Prende il telefono e chiama Barbara, la sua ex

VALERIO: Ehi Barbara, oh ma, cioé, non so, ti credi simpatica? Boh?
Queste email che stai mandando?
Come che email? Barbara93 sei te!
Ti sei pure aperta una nuova email!
Dai mi pare ridicolo, a me poi non fanno ridere!
Ma che...

Dall’altra parte la comunicazione viene interrotta. Valerio, ora decisamente arrabbiato, cancella l’email.
Ricompare immediatamente un’altra email da Barbara93@gmail.com.
Valerio quasi rassegnato la apre mormorando.

VALERIO: Ma allora sei di coccio…

Email
Noi lo sappiamo cosa ti piace fare quando non sei impegnato a lecchinare i professori.
 

Richiama Barbara.

VALERIO:
Ohi, pronto Barbara sempre io, continui a mandarmi queste email, dai!
Come che mail? Continuano ad arrivarmi, ne è arrivata un'altra
Questa è... sono ancora peggio delle altre.
Capisco che mi ami ancora, questo non è certamente il modo di riconquistarmi
Dai basta!

Vabbe'...

Valerio cancella la seconda email, mentre sullo schermo ne compare un’altra.
Si legge:

Email
fai schifo...
 

VALERIO: No! Non è possibile!
Cavolo!
Parte una sequenza musicale su una serie di momenti della vita di Valerio …

Un giorno, Valerio esce come al solito per ultimo e di corsa dallo spogliatoio di scuola dopo il calcetto. Appena fuori, inciampa in un oggetto che gli rotola tra i piedi, si china a raccoglierlo, è una bomboletta di pittura spray. Con la bomboletta in mano, si guarda intorno ma non vede nessuno. Fa pochi passi e la butta nel portarifiuti.

La mattina dopo, Valerio e la sua compagna di banco parlano di un fatto grave mentre si sente la voce del professore che spiega chimica.

FRANCESCA: Oh Vale, non puoi capire che è successo!
No dai questa è bella ascolta!
Qualcuno, qualche deficiente, non lo so guarda ...Ha fatto una scritta davanti alla porta del preside

VALERIO: Un cretino

FRANCESCA
: Un cretino, il preside come minimo lo sospende, è proprio nero!


INSEGNANTE
: Francesca!

FRANCESCA
: E' lui che parla!

INSEGNANTE
: Eh, andiamo no!

Stacco su una sequenza video girata col telefonino: Valerio, con la bomboletta spray in mano, fa qualche passo guardandosi intorno e poi la butta nel gettarifiuti. Valerio stupito sta guardando il video sul suo pc.
La mail da cui lo ha aperto dice:

Email
porta 200 euro se non vuoi che al preside arrivi questo link
 

Valerio gira per la sua stanza senza sapere che fare, e mormora tra sé: ma chi si è inventato questa cosa contro di me? Ma perché a me? Ma perché non l’ho lasciata per terra quella merda? Se mi sospendono mio padre mi ammazza… e non è nemmeno colpa mia!

VALERIO: Mi hanno fregato alla grande!
Io sono finito, mi hanno fregato!
Sono un cretino!
Dove li prendo duecento euro!
Mio fratello, posso provare con mio fratello
... l'unico modo
Oddio ho fatto una cretinata
Chi me l'ha fatto fare!
Non ho mai raccolto niente per terra! Proprio la bomboletta!
Aria, aria, ho bisogno di aria
Sto facendo una cretinata!
Mia madre mi ammazza!
Stacco.

Valerio mette i soldi nel nascondiglio indicato dai bulli telematici, se ne va con la faccia scura.

VALERIO: Tommase', io mi fido di te, sei una persona importante, mi raccomando!

Il giorno dopo, a lezione, Francesca racconta:

FRANCESCA: Ohi Vale, Vale, non puoi capire che è successo! No dai ascolta, ascolta

VALERIO: Dimmi

FRANCESCA
:Ti ricordi quella storia del preside, che ti avevo detto l'altra volta

VALERIO
: No

FRANCESCA
: Oddio non è possibile...Il preside,,,,la scritta con la bomboletta

VALERIO
: No

FRANCESCA
: Oddio non è possibile, te l'ho detto l'altra volta

VALERIO
: Dai dimmi dimmi

FRANCESCA
: Vabbe' insomma...Erano stati questi tre bulletti che fanno sempre casino a scuola. Praticamente stavano filmando un sacco di persone con questa bomboletta in mano....Eh!...E poi li racattavano, cioè gli chiedevano dei soldi.
Questi pure stupidi che glieli danno i soldi

VALERIO: Eh proprio stupido

FRANCESCA: Ma che cretini, come si fa?
Per fortuna Claudio li ha sgamati e li ha denunciati al preside

VALERIO: Li ha sgamati?

FRANCESCA: Sì, sanno chi sono

Valerio, agitato si alza e uscendo di corsa

VALERIO: Professore! Posso andare in bagno?

Stacco sulla mano di Valerio che tasta il nascondiglio… e trova i suoi 200 euro.

VALERIO: Tommaseo, ma chi sei? Ridammi i soldi!

Vai al Punto di Rew e rifletti sui momenti cruciali della storia.